Oratorio, che passione! La “rivolta” dei parrocchiani

Mercoledì 22 settembre, ore 20:30. L’appello di P. Livio fatto durante la messa la domenica precedente a partecipare a una riunione per decidere le sorti dei nostri campetti viene accolta da una trentina di persone,tra giovani e adulti. Pochi se si pensa che Regina Pacis ospita circa 10.000 parrocchiani, pochi se si pensa all’importanza della riunione. Ma, guardando il bicchiere mezzo pieno, possiamo parlare di un buon numero considerando l’orario (più consono alla cena) e la concorrenza del turno infrasettimanale del campionato.
Pochi ma buoni si potrebbe dire! Tutti,infatti, hanno contribuito alla risoluzione del problema oratorio… Già, l’oratorio ha rischiato di diventare un problema per la nostra parrocchia! Per chi non lo sapesse,ultimamente è stato preso d’assedio da bande di adolescenti delle zone limitrofe (Trastevere e Donna Olimpia su tutte) che,espulsi dalle loro parrocchie per il loro comportamento, hanno deciso di portare nel nostro oratorio l’esempio diseducativo del loro stile di vita (parolacce, bestemmie, ragazze non troppo vestite, ragazzi che sputano per terra in continuazione, mancanza di rispetto per il luogo e le persone). I continui richiami e allontanamenti di P.Livio e P.Stefano e dei collaboratori della scuola calcio sono serviti a poco, il tentativo di un dialogo con loro è servito ancora a meno! Interventi della polizia sono solo utopia (i ragazzi sono minorenni e,in ogni caso, la maleducazione purtroppo non è un reato ).
Ecco quindi la “rivolta” dei parrocchiani: se a partire dai prossimi giorni vedrete qualcuno vagare per i campetti munito di giubbotto arancione catarifrangente,niente paura, non sono arrivati gli ausiliari del traffico; sono i responsabili dell’oratorio: una piccola equipe (a cui chi vuole potrà unirsi) di ragazzi e genitori che si sono presi l’impegno di sorvegliare i campetti nelle ore “calde” (dalle 17 alle 20) vietando l’ingresso a chiunque non abbia intenzione di rispettare il regolamento, per garantire a tutti,bambini, ragazzi, adulti e anziani, un luogo sereno, festoso e soprattutto educativo!
Grazie a tutti coloro che hanno dimostrato di tenere all’oratorio e che gli dedicheranno un po’ del proprio tempo perché possa presto tornare un luogo di incontro e di giochi sano ed esemplare per genitori e figli alla ricerca di un po’ di svago dopo le fatiche del lavoro e della scuola.
Alex

L'autore

Eugene Marsden

Leave a Reply

Your email address will not be published.

 

Copyright © 2013. Created by Creative English. Powered by WordPress.