VERBALE DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE dell’11 dicembre 2013

Subito dopo la pubblicazione dell’EVANGELI GAUDIUM di papa Francesco fa piacere ritrovarsi insieme a vivere la storia di un popolo che va avanti nella fede.
Il consiglio pastorale dell’11 dicembre scorso intendeva fare il punto sui suggerimenti scaturiti dagli incontri di commissione .
COMMISSIONE FAMIGLIA
Come parrocchia in questi mesi abbiamo aiutato diverse situazioni famigliari che presentavano difficoltà economiche e p. Livio ha descritto alcuni interventi realizzati, con somme significative di denaro. L’emergenza è lontana dal vedere una fine e dovremo attrezzarci per essere ancora presenti lì dove le necessità ci chiamano.

Per il resto abbiamo verificato la conduzione del nostro apostolato che si diversifica in alcune proposte:

    • L’impegno battesimale che prevede una preparazioni a più voci e in diversi momenti.   Le coppie che aiutano non sono tante, ma per ora sufficienti.   Domenica 22 die. al mattino faremo una proposta di un primo incontro con i genitori che hanno battezzato nell’anno. Si tratta di un momento di catechesi e poi la messa insieme. E’ un primo inizio di pastorale post-battesimale.
    •  Il cammino di accompagnamento delle situazioni di separazioni, convivenze e divorzi.   La proposta è portata avanti con fedeltà da un piccolo gruppo che si confronta in un cammino di fede. Rimane per ora a dimensione di germoglio. Fiorirà? Ce la mettiamo tutta!
    • Per l’inizio del nuovo anno si ripropone di nuovo l’esperienza di accompagnamento dei fidanzati che preparano il matrimonio e la FESTA DELLA VITA (2 febbraio) che noi vogliamo sottolineare e valorizzare.
    • Rimane per noi un progetto da studiare: una festa della famiglia da realizzare in oratorio a fine anno catechistico. Una occasione per riunire famiglie, genitori e figli, in una celebrazione e in una giornata di serenità.
COMMISSIONE CARITA’
La commissine caritas comunica che la Comunità Europea, come da tempo annunciato, ha interrotto i finanziamenti per la raccolta e distribuzione delle derrate alimentari destinate agli indigenti.  A causa di ciò dal 2014 ogni ente, parrocchia e associazione che faceva affidamento su quegli alimenti per la distribuzione dei pacchi alimentari alle famiglie bisognose dovrà provvedere diversamente.
La nostra parrocchia sta mettendo a punto un progetto (insieme alle parrocchie della xxx prefettura) per far fronte a questo problema. Si è chiesta la collaborazione dei giovani per le raccolte alimentari nei supermercati che si terranno nei prossimi mesi.
Inoltre la commissione caritas denuncia la mancanza di collaborazione da parte di almeno uno dei preti della nostra parrocchia che possa essere punto di riferimento e al quale possa affidarsi nel prendere decisioni.
COMMISSIONE ORATORIO
Si ritiene opportuno rifare il regolamento dell’oratorio e una cartellonistica accattivante.
Consigliamo di costituire  una redazione di “Regina Pacis News”,che coinvolga qualche giovane; per cui il blog della parrocchia costituisca una fonte di informazioni per il maggior numero di persone.
Scuola calcio.
COMMISSIONE LITURGIA ED EVANGELIZZAZIONE
Nella relazione collettiva dello scorso mese davanti al nostro nuovo Vescovo di settore Mons. Paolo Selvadagi, abbiamo dato l’idea di una comunità ricca di presenze e di attività che cammina nella fede.
 Con i tre sacerdoti fissi, più altri che concorrono, la nostra comunità garantisce celebrazioni eucaristiche festive eccellenti. In ognuna è curato il canto, quasi sempre accompagnato dall’organo, le letture da parte di fedeli preparati, la processione delle offerte. La nostra festa patronale è stata preparata ottimamente e partecipata dai fedeli nella novena, nelle celebrazioni, nella processione. Particolare è stata la celebrazione dell’unzione degli anziani, seguita dal pranzo offerto dalla parrocchia.
Dal punto di vista formativo rimane in sospeso un interrogativo: come le nostre catechesi aiutano  grandi e piccoli a comprendere la Messa?
Nella catechesi sull’adorazione, durante la novena dell’Immacolata, P. Livio ha annunciato, per i 5 giovedì di quaresima 2014, la “ lectio divina “al posto e nell’orario della Messa delle 18,30.
Chissà se scrollandoci da abitudini consolidate e non riparandoci dietro la scusa degli orari, si riesca di ottenere maggior partecipazione da parte di  fedeli laici all’ascolto della parola di Dio.
 Sollecitati dal Papa e dalla Diocesi ad incrementare l’evangelizzazione e a uscire dalle “sacrestie”, pensiamo di riprendere i Centri di Ascolto del Vangelo nelle famiglie della parrocchia : pochi, mensili, ben preparati, ma soprattutto predisposti all’ascolto e all’accoglienza dei bisogni delle persone, che possono essere i più vari. P. Livio si augura che le famiglie accoglienti si facciano avanti spontaneamente e radunino i partecipanti.Occorre organizzazione e preparazione anche da parte dell’equipe che prepara gli incontri.
Il nostro piccolo “gruppo liturgico”continua settimanalmente l’esegesi biblica delle letture della Domenica e si dedica in altri giorni alla lettura e all’approfondimento di settori o libri biblici dell’Antico e del Nuovo Testamento.

La Vergine Maria accompagni il cammino della nostra comunità e ci ottenga di vivere sempre più consapevolmente il mistero dell’Eucaristia, per annunciare con la parola e con la vita l’amore che Dio nutre per ogni uomo.

L'autore

Padre Stefano

Leave a Reply

Your email address will not be published.

 

Copyright © 2013. Created by Creative English. Powered by WordPress.