Sacerdoti

Cinque Parroci in 80 anni, 25 tra vicari parrocchiali e collaboratori, 13 sacerdoti, in totale, giunti alla casa del Padre. Sono i numeri relativi al clero parrocchiale. Proviamo ora a darne un volto, un ricordo.
img037
Visita del Papa Giovanni Paolo II in canonica (23 gennaio 1983)
A sinistra del Papa: P. Luigi Emiliani, (Mons. Ragonesi), P. Italo Sorsoli, P. Giambruno Chitò, Fr. Guido Carnielli, P. Rinaldo Guarisco, P. Tarquinio Battisti, P. Agostino Panelli, P. Bruno Rapis, P. Riccardo Belleri, P. Giorgio Giovannini, (il parroco di Calabritto), P. Bruno Boventi, P. Edmondo Catoni, P. Serafino Panebianco, P. Serafino Ciardi, P. Guido Iannone, P. Renè Schwartz , P. Famiano Pepe, (Card. Poletti).
Animatori della Cappella provvisoria
(alle dipendenze della Parrocchia di S. Maria in Trastevere):
1915-1925: P. Pietro Ciaffei
1925-1932: P. Luigi Grossi
Parroci:
1932-1957: P. Antonio Novaro
1957-1976: P. Alfredo Scipioni
1976-1991: P. Luigi Emiliani
1991-2006: P. Serafino Ciardi
2006 – : P. Livio Rozzini

 

P. ANTONIO NOVARO
(10 giugno 1893- 30 agosto 1975)
Il primo Parroco (dal 1932 al 1957) è stato P. Antonio Novaro, ligure di nascita (Diano Castello, Imperia), giunto tra i Cric nei tempi in cui il fondatore si era trasferito con la sua comunità ad Andora, vicino al suo paese natale.
Sacerdote dal 1922, è stato Maestro dei fanciulli della Scuola Apostolica, allora a Roma.
Inizia la collaborazione con la Vicecuria di Regina Pacis dal 1928 insieme a Padre Luigi Grossi che ne è rettore, ma che preferirà affidare ad Antonio, suo confratello, ma anche suo stretto amico la Parrocchia appena eretta. P.Antonio ne diventerà così parroco per ben 25 anni. Da allora alternerà il suo impegno tra Parrocchia e Congregazione di cui sarà più volte Assistente Generale.
“Liberato”, secondo la sua richiesta, dalla carica di parroco nel settembre 1957, consacra le sue forze alla formazione dei Novizi, dei quali è il Padre Maestro. Trascorre nella preghiera i suoi ultimi anni, dando sempre una luminosa testimonianza di vita interiore, sacerdotale e religiosa.
Durante la seconda guerra mondiale diverse famiglie di israeliti vennero nascoste anche in Parrocchia. Vennero ospitate nella sala del cinema 40 ebrei. E quando il pericolo sembrava più vicino vennero nascosti sul tetto della chiesa, nell’angusto spazio tra le tegole e il soffitto sottostante. A guerra finita il rabbino di Roma inviò al parroco padre Antonio Novaro un diploma di benemerenza per l’opera prestata a favore delle famiglie ebree in quel tragico momento[1].
E’ durante il suo parrocato inoltre che la Chiesa conobbe le più importanti opere di abbellimento. Ricordiamo in particolare il grande mosaico dell’abside, opera del fratello Silvio Novaro, dedicato a Maria Regina della Pace. Un cartiglio, posto ai piedi della Vergine, precisa che questo lavoro è iniziato in occasione del giubileo sacerdotale dei Padri Antonio Novaro e Luigi Grossi ed è stato portato a termine nel 1950 grazie alle donazioni dei parrocchiani.
Nel 1975 muore nella sua Diano Castello, dove si era recato per un po’ di riposo e dove è stato anche tumulato.
P. ALFREDO SCIPIONI
(30 maggio 1913- 17 febbraio 1976)
Nato a Rocca di Cave, presso Roma, entra giovanissimo nello scolasticato Cric di Roma. Sacerdote dal 1938 è subito inviato nella nostra parrocchia prima come vicario (dal 1938 al 1957) e poi come secondo parroco, dal 1957 fino alla sua improvvisa morte avvenuta nel 1976. Il suo corpo riposa nella tomba di famiglia a Rocca di Cave.
Un ritratto della sua figura verrà offerto da P. Lorenzo Rossi, suo vicario parrocchiale, e pubblicato nell’Osservatore Romano del 19 marzo 1976 con il titolo “La spiritualità sacerdotale di D.Alfredo Scipioni”. Ne riportiamo qualche stralcio:
Il rilievo dato da P. Alfredo Scipioni all’evangelizzazione nella predicazione sempre preparata, pregata e sofferta, è stato dato attraverso una dottrina saggia e di uomo forte e fedele…
La maturazione della Parola di Dio nel cuore dei fedeli, l’instancabile rapporto con i fidanzati, con le mamme, gli anziani a tu per tu per lunghe ore, nulla risparmiando a se stesso, hanno sempre rivelato in P. Alfredo… contemplazione e disponibilità. I suoi parrocchiani e i confratelli hanno avuto largamente modo di osservare la sua fedeltà alla preghiera, alla lunga contemplazione nelle prime ore del mattino davanti al suo confessionale, attento e premuroso anche allora ai fedeli che riconosceva tutti nei loro volti, necessità e travagli, persone che avevano modo attraverso di lui, di cominciare una nuova giornata.
Verso i suoi parrocchiani ha tradotto in esperienza pratica, spesso sconosciuta ai più, ma sempre attenta alle varie necessità di tante famiglie, l’esercizio della carità e della catechesi che ha sempre sentito unitamente.
I suoi incontri a tu per tu con i fedeli delle più diverse estrazioni e età sono stati proverbiali nella nostra Parrocchia. Intorno alla sua salma e nel giorno del suo funerale, una immensa folla lo ha attorniato in devota e riconoscente preghiera…
Di P. Alfredo ci rimane anche un testo di profonda spiritualità mariana pubblicato nel 1947: “Maria dalla quale nacque Gesù”. In questo testo raccoglieva una serie di conferenze tenute nel mese di maggio del 1946 nella nostra Chiesa parrocchiale.
P. LUIGI EMILIANI
(22 marzo 1928- 5 settembre 1994)
Regina Pacis è la Parrocchia di origine del nostro terzo parroco. Qui sarà chierichetto e membro attivo dell’Azione Cattolica. Cresce con la sua numerosa famiglia in una palazzina di via Poerio. Si diploma ragioniere lavorando in una banca per tre anni. Una chiamata interiore lo porta lentamente alla vocazione religiosa ed è l’esempio del clero di Regina Pacis che lo spinge a scegliere la vita dei Cric.
Sacerdote dal 1956, sarà professore nello studentato di Montichiari e poi parroco di Esenta (Bs) prima di essere nominato parroco, dal 1976 al 1991, della sua parrocchia di provenienza.
Nel 1991, dopo 25 anni di servizio, già molto provato in salute (nel 1987 era stato operato da un tumore al cervello a Parigi), chiede di lasciare l’incarico, ma non la Parrocchia: qui rimane come cooperatore fino alla sua morte. “Mangiato” dal ministero, non risparmiava né tempo né forze; questa inesauribile energia l’attingeva dalla preghiera. Sul suo letto d’ammalato, P.Luigi fu ammirevole sia per pazienza sia per l’abbandono nelle mani della Provvidenza. Il suo corpo riposa nella tomba della Comunità al Cimitero del Verano di Roma.
P. SERAFINO CIARDI
(Frosinone, 1937-)
Non è uso fare un ritratto di persone viventi, così il quarto parroco lo ricordiamo solo con le parole del suo predecessore (scritte nel “lontano” 1991 in occasione del 50° della Parrocchia): “Lascio il posto ad un Confratello dinamico e giovane: a lui il compito di donare vita e slancio a questa parrocchia, che deve essere all’altezza dei tempi”.
Ancora una ricorrenza importante lo riporta nella nostra parrocchia come collaboratore: la sua presenza torna così, da settembre 2012, ad arricchire la comunità parrocchiale che gli è debitrice per l’impegno pastorale profuso e per la semplice e insieme profonda spiritualità che ha testimoniato nei 15 anni di parrocato (1991-2006).
P. LIVIO ROZZINI
(9 dicembre 19 -)
Il nostro attuale parroco, bresciano doc, si è subito distinto per l’energia con cui ha portato avanti innumerevoli iniziative ed ha fatto ristrutturare gli ambienti parrocchiali. Attendiamo il prossimo anniversario per poterne parlare in maniera più ampia.

 


[1] Fonte: Antonio Gaspari, Avvenire, 14.10.2005
VICEPARROCI e COLLABORATORI
P. PIETRO CIAFFEI
(5 agosto 1889- 19 marzo 1971)
Primo rettore della vicecuria di Regina Pacis, allora dipendente dalla Parrocchia S.Maria in Trastevere. Svolge il suo incarico dal 1918 al 1926, dando le prime impronte alla nascente comunità monteverdina. Nato a Montecompatri, vicino Roma, qui il suo corpo riposa.
P. LUIGI GROSSI
(29 marzo 1983- 5 febbraio 1971)
Quella di P. Luigi è una figura legata strettamente alla nostra comunità di cui è vicario dal 1922 al 1926, poi rettore dal 1926 al 1931 e quindi di nuovo vicario dal 1931 fino alla sua morte, per un totale di ben 49 anni consacrati nel servizio alla nostra comunità. Ligure di nascita (Stellanello, presso Andora), il suo corpo riposa nella tomba della comunità al Cimitero del Verano di Roma.
P. LAMBERTO MASTRANTONI
(9 novembre 1896- 27 luglio 1953)
Romano trasteverino, P.Lamberto sarà per tanti anni segretario del suo amico il Card. Ottaviani. Divide così il suo servizio tra il Vaticano e la Parrocchia di cui è Vicario parrocchiale dal 1929 al 1953. Il suo corpo riposa nel Cimitero del Verano a Roma.
P. EDMONDO CATONI
(10 giugno 1911- 26 settembre1994)
Altra figura legata strettamente alla nostra comunità è quella di P. Edmondo qui presente dal 1934 (anno in cui diventa sacerdote) al 1948 e poi di nuovo dal 1958 al 1994, per un totale di ben 40 anni. Lo si ricorda in particolare nel servizio fatto con i chierichetti e più in generale con i fanciulli, nell’animazione dell’Opera di Santa Monica per le vocazioni e per la cura liturgica.
Originario di Montecompatri, vicino Roma, P. Edmondo riposa nella tomba della comunità del Verano di Roma.
P. SERAFINO PANEBIANCO
(2 ottobre 1915- 15 maggio 2012)
Vicario dal 1942 al 1946 e poi collaboratore parrocchiale dal 1983 al 2000. Originario di Cosenza, ma rimasto presto orfano, viene cresciuto da una zia a Corchiano (Vt), paese dove è stato ora tumulato. Il suo servizio nella comunità è ricordato in particolare per le tante ore passate in confessionale.
P. VITTORE PREDERI
(1926-)
Vicario parrocchiale dal 1954 al 1957. Attualmente risiede nella casa di Montichiari.
P. GIORGIO ONGARO
(1928-)
Vicario parrocchiale dal 1959 al 1962 e di nuovo dal 1963 al 1966. Attualmente è collaboratore nella Parrocchia di Volta Mantovana.
P. LORENZO ROSSI
(1937-)
Vicario parrocchiale dal 1964 al 1976, si era occupato principalmente dei giovani. Attualmente è parroco a Roma della Chiesa Natività di Maria, in via Bravetta.
P. AGOSTINO GOGLIONI
(6 dicembre 1931- 21 luglio 1975)
Vicario parrocchiale dal 1966 al 1973. Bresciano, riposa, dopo una morte improvvisa e prematura (aveva solo 44 anni), nel cimitero del suo paese natale, Calcinato. Di animo semplice e spirito gioioso, era molto amato e stimato da quanti lo avvicinavano.
P. FAMIANO PEPE
(3 maggio 1906- 15 novembre 1990)
Vicario parrocchiale dal 1968 al 1980, americano di nascita, dove i genitori italiani erano emigrati, tornato in Italia  conosce i Cric e vi diventa sacerdote nel 1930. Per 27 anni sarà missionario in Perù per poi tornare in Italia e stabilirsi nella nostra Parrocchia. Il suo corpo riposa nel cimitero di Gallese, Viterbo.
P. TARQUINIO BATTISTI
(1941-)
Vicario parrocchiale dal 1973 al 1976. Attualmente risiede nella Casa Generalizia di Roma.
P. RICCARDO BELLERI
(1948-)
Vicario parrocchiale dal 1974 al 1992, si è occupato principalmente dei giovani. Attualmente è stato riconfermato per la seconda volta come Superiore Generale e risiede nella Casa Generalizia di Roma avendo recentemente lasciato la guida della vicina Parrocchia di San Giulio (1992-2012).
P. GIORGIO GIOVANNINI
(1941-)
Vicario parrocchiale dal 1977 al 1984. Attualmente risiede nella Casa Generalizia.
P. GIORGIO CHIARINI
(12 settembre 1951- 5 ottobre 2003)
Vicario parrocchiale dal 1980 al 1981, bresciano, svolge il suo servizio pastorale nelle diverse parrocchie Cric di Roma. La salma riposa nel cimitero di Castiglione delle Stiviere (Mn).
Don SALVATORE PINTOSSI
(1951-)
Vicario parrocchiale dal 1984 al 1991. Attualmente è sacerdote della Diocesi di Brescia.
P. GUIDO IANNONE
(31 maggio 1937- 11 ottobre 2002)
Vicario parrocchiale dal 1985 al 1992. Nato a Corchiano (Vt), presterà il suo servizio pastorale prevalentemente nelle nostre Parrocchie romane. Il suo corpo riposa al Verano di Roma.
P. FRANCESCO TOMASONI
(1964-)
Vicario parrocchiale dal 1991 al 1999, si è occupato principalmente dei giovani. Attualmente svolge il suo servizio pastorale nella Parrocchia di Volta Mantovana.
P. BRUNO RAPIS
(1955-)
Vicario parrocchiale dal 1993 al 1997, attualmente è a servizio della Parrocchia di San Giulio.
Don LORENZO PELATI
(1965-)
Vicario parrocchiale dal 1995 al 2001 e ancora dal 2002 al 2003, attualmente è sacerdote della Diocesi di Roma presso la Parrocchia di San Marco a Piazza Venezia.
P. GIUSEPPE BEFFA
(1968-)
Vicario parrocchiale dal 1999 al 2009, si è occupato principalmente dei giovani. Attualmente si trova nella Parrocchia di Pubega, Mantova.
P. FAUSTO GREGORINI
(8 settembre 1942- 30 luglio 2002)
Vicario parrocchiale dal 2001 al 2002, P. Fausto nasce e vive buona parte della sua vita nella provincia bresciana. La sua breve esperienza romana si interrompe improvvisamente a causa di un malore. Il suo corpo riposa nel cimitero del suo paese natale, Vezza D’Oglio.
P. STEFANO LIBERTI
(1970-)
Vicario parrocchiale dal 2009.
P.LUIGI FRANCHINI
(1967-)
Collaboratore parrocchiale dal 2013.

Copyright © 2013. Created by Creative English. Powered by WordPress.